Interessante, senza interessi

L’Associazione Culturale Jak Italia persegue la visione di una finanza libera dagli interessi, i quali costituiscono la base della speculazione finanziaria, uno dei grandi mali del nostro secolo

Salone dei pagamenti 2017: breve resoconto

Giovedì 23 novembre abbiamo partecipato al Salone dei Pagamenti 2017, tenutosi a Milano Congressi.

Kermesse molto patinata: tutti i principali player bancari e affini (MasterCard, Poste Italiane, Banca Sella) ed una costellazione di start-up dinamiche e desiderose di farsi conoscere. Oltre all’area espositiva, un programma intensissimo di incontri (una trentina al giorno almeno), che hanno visto alternarsi sul palco moltissimi esperti del settore.

Fin dal mattino abbiamo cercato di ottenere contatti e informazioni sulle nuove dimensioni della finanza; in particolare sulla possibilità, affrontata sia con Poste Italiane che con MasterCard, di poter utilizzare carte e piattaforme da loro offerte per implementare nuovi circuiti etici.

Nel pomeriggio ci siamo dedicati alle conferenze. Un paio sono i concetti che ci hanno colpito: da un lato la consapevolezza del mondo bancario di non essere in grado di competere sul terreno delle nuove start-up tecnologiche (cosiddette Fintech) – per la serie “se non puoi sconfiggere il nemico, alleati” e la rivoluzione generazionale che sta accompagnando questo fenomeno: sono tutti non più che trentenni gli animatori di questi progetti innovativi. Davvero pochi i capelli grigi agli stand, e la sensazione che sia davvero una rivoluzione “dal basso”: società leggere, con pochi soldi e tante idee, che vengono spesso incubate dalle stesse banche (vedi Banca Sella, sempre attenta in questa prospettiva).

Pensiero dalla giornata: non lasciamo che questi strumenti siano preda dei giganti finanziari, ma prendiamone il meglio declinandolo secondo il nostro modo di vedere il mondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top