Interessante, senza interessi

L’Associazione Culturale Jak Italia persegue la visione di una finanza libera dagli interessi, i quali costituiscono la base della speculazione finanziaria, uno dei grandi mali del nostro secolo

Jak International Meeting: pensieri e parole a “cuore freddo”

Sono trascorsi già due mesi abbondanti dalla grande festa per i nostri dieci anni. Per una volta abbiamo voluto lasciar trascorrere un po’ di tempo prima di esprimere i nostri pensieri. Abbiamo appositamente lasciato che il cuore si raffreddasse e non ci coinvolgesse in facili entusiasmi. Ed ora riaffiorano le immagini e parole che hanno lasciato segni profondi…

Ci porteremo sicuramente scolpite nella mente le parole del Prof. Bruni: “La logica, la fioritura di un’esperienza profetica non è il successo. La profezia non si misura con il successo, ma con la fedeltà al principio genetico, al principio attivo. [..] Quindi l’importante è continuare a camminare, come Abramo che non si ferma, e si capisce negli anni, dalla vita che cosa si voleva fare dieci anni fa e ancora si è fatto soltanto in parte”

Le affinità con la finanza islamica raccontata da Adb Al Sabur Turrini di Co.Re.Is. “Il principio cardine della finanza islamica è che non c’è l’interesse, e sono contento che sia stato anticipato il fatto che interesse non vuole dire profitto. L’interesse che è negativo è l’interesse che semplicemente è generato dal denaro di per sé. Mentre invece il profitto che deriva da un impiego proficuo, reale e concreto del denaro, è un altro discorso [..] L’utile non è un interesse, l’utile è generato da un guadagno che un lavoro concreto produce”

Le testimonianze dei fratelli spagnoli nel giovanissimo Proyecto Jak (il fondo di solidarietà senza interessi), dei pionieri danesi di Jak Danmark e dalla mamma svedese Jak Medlemsbank

E’ ancora viva l’energia positiva, la carica emotiva che quei giorni ha lasciato in tutti noi, grazie agli amici che sono accorsi. Ancora una volta si è avverata l’atmosfera empatica di persone mai viste prima ma che sembrano conoscersi da sempre: gli stessi sorrisi, pensieri, desideri. Con la lucidità di oggi e le sensazioni di ottobre lavoriamo all’idea di un network europeo, che faccia uscire dall’ empasse le isolate realtà Jak nazionali. Una rete di partecipazioni incrociate che supportino le diverse realtà, che crei uno spazio di condivisione, che ci faccia sentire meno soli e che sia di supporto per lo sviluppo di ognuna. La tela deve essere tessuta lentamente ma senza soluzione di continuità.

Questo è uno dei due principali propositi per il 2019, l’altro ve lo comunicheremo a breve…

Buon anno da Jak!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top