Interessante, senza interessi

L’Associazione Culturale Jak Italia persegue la visione di una finanza libera dagli interessi, i quali costituiscono la base della speculazione finanziaria, uno dei grandi mali del nostro secolo

Incontro finale per il mese dell’Educazione finanziaria

Lo scorso 31 Ottobre Jak Italia ha partecipato, in qualità di partner del mese dell’educazione finanziaria, all’evento di chiusura con all’ordine del giorno. Oltre al ringraziamento per l’attività svolta è stata l’occasione anche per un dialogo con i partner partecipanti in previsione del futuro mese dell’educazione finanziaria che si svolgerà nel 2019 sempre in ottobre.

In particolare gli interventi si sono focalizzati su:

  • come coinvolgere e rendere partecipi i destinatari valutando metodi didattici e canali di comunicazione. I suggerimenti sono stati tanti, dalle “sit com” dedicate a piccoli interventi in Tv (camei) in alcuni programmi di grande audience.  Unicredit,ad esempio, tramite la sua rappresentante, comunica che sta mappando il mondo degli influencer perché svolgono un ruolo molto efficace e ci sono esempi di giovani ragazzi che sono stati reclutati da big delle utilities.
  • come entrare nelle scuole in modo sistemico. L’ intervento di un pedagogo ha giustamente sottolineato come sia necessario iniziare dalle primarie a parlare di educazione Economica, Ambientale e Civile perché se ci limitiamo a fornire educazione agli adulti  ci troveremo sempre a dover rincorrere le nuove generazioni e ripetere i cicli di formazione. Noi abbiamo espresso come suggerimento di considerare con favore l’aiuto che potrebbe essere proposto dalle banche ma di gestire le aule e gli interventi nelle scuole esclusivamente con soggetti terzi come ad esempio docenti degli istituti che hanno dimostrato il loro favore ad essere formati da un ente riconosciuto dal comitato stesso (esiste già una associazione universalmente riconosciuta: link)
L’incontro si è concluso con la volontà espressa da Anna Maria lusardi, presidente del comitato, di rimanere in contatto.
Breve riflessione finale: da parte nostra l’interesse nel coltivare la formazione in ambito economico e finanziario nelle scuole (e non solo) è molto forte ma siamo altrettanto consapevoli che sia necessario avere l’accesso a tal fine a risorse che abbiano uno spiccato taglio pedagogico. Siamo pertanto aperti a raccogliere idee, suggerimenti e proposte in questo ambito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top