Interessante, senza interessi

L’Associazione Culturale Jak Italia persegue la visione di una finanza libera dagli interessi, i quali costituiscono la base della speculazione finanziaria, uno dei grandi mali del nostro secolo

Costruisci la tua JaKaf in 4 mosse

Le Comunità Autofinanziate libere da interessi (JaKaf) operano su una base semplice: sono un gruppo informale di persone che stabilisce autonomamente quanto versare per la costituzione del fondo Cassa e quanti/quali prestiti erogare ai membri del gruppo. Le regole e gli statuti sono decisi dai membri stessi del gruppo. Il processo per la formazione di una JakaF è semplice e ve lo sintetizziamo in 4 passi:

 

0010062037R-1920x12801) forma il tuo gruppo: fai parte di un associazione, hai un gruppo di amici di riferimento, abiti in un Social Street? bene, proponi a queste persone di formare una JaKaf, fissando una data ed un luogo di ritrovo per la prima riunione. Secondo la nostra esperienza il numero ideale di partecipanti va’ da un minimo di 6 ad un massimo di 25.

 

2) stabilite le regole: una volta riuniti, si devono stabilire le regole base che ogni membro dovrà rispettare:

– il nome della JaKaf;

– la durata (non può superare l’anno solare); alla fine di ogni anno la JaKaf deve essere formalmente chiusa e riaperta al primo giorno dell’anno successivo;

– quale quota di risparmio ogni componente del gruppo si impegnerà a versare mensilmente nella Cassa;

l’importo massimo di prestito richiedibile in proporzione al risparmio versato (solitamente 1 a 3) e in quanto tempo un prestito debba essere restituito;

– l’assegnazione dei quattro ruoli principali: Presidente, Contabile, Cassiere ed il Portatore delle Chiavi, e la loro eventuale rotazione (ogni mese, ogni due mesi, etc);

– frequenza delle riunioni e processi di formazione delle decisioni (maggioranze qualificate, unanimità); il voto è capitario (una testa – un voto).

Regola imprescindibile di ogni JaKaf è l’assenza di interessi nei prestiti.

 

3) costruite la vostra Cassa: in cui inserire le quote versate. E’ possibile acquistarne una, come quella della foto, disegnata da Raoul Serafini, consistente in una cassa di legno con tre lucchetti, in modo che ogni chiave sia detenuta da 3 persone diverse (Contabile, Cassiere e Portatore di Chiavi).

  

 
Immagine14) passate all’azione: ora che il regolamento è stato redatto ed i compiti sono stati assegnati, iniziate a metter in azione la vostra JaKaf depositando il denaro in Cassa ed erogando prestiti.

 

 

 

Acaf Italia e Jak Italia sono sempre disponibili ad offrire l’aiuto e gli strumenti necessari per imparare la metodologia, avviare nuovi gruppi ed entrare in contatto con altre comunità che funzionano con lo stesso sistema e principi. Imparare è facile e creare la propria JaKaf ancora di più! C’è solo bisogno di persone con voglia di sperimentare, aiutarsi a vicenda e costruire un nuovo futuro insieme.

Se sei interessato a formare una JaKaf puoi contattarci direttamente a: interessante@jakitalia.it.

Buon divertimento!

Back to top